Giovedì, 14 Gennaio 2021

Il Sondaggione. Misure anti-Covid: si è esagerato? Bene la stretta, ora il vaccino

Queste sono alcune delle risposte inviate dai lettori (e-mail, Sms, WhatsApp e telefono) in merito al Sondaggione: “Per battere il Covid-19 ci volevano misure ancora più restrittive? a) Misure più restrittive; b) Si è esagerato”. Attualmente, sullo stesso sito (www.lavorofacile.info) è in corso un altro Sondaggione sul tema: “Per l’occupazione il 2021 andrà meglio o peggio del 2020? a) Meglio; b) Peggio”. I risultati con i messaggi più interessanti saranno pubblicati sul numero del 5 febbraio.
Questa formula di indagine, che non si basa su un campione scelto ad hoc, vuole soltanto raccogliere le opinioni di chi, comunque, sente il bisogno di partecipare al dibattito sui temi relativi al lavoro proposti dall’attualità.

Non so se più restrittive, ma misure decise e coordinate tra governo, virologi, regioni e strutture ospedaliere. L'unione decisionale di più organi avrebbe forse dato migliori risultati. Forse. E non un balletto di decisioni, rivelatesi anche inutili.
Walter da Roma

Assolutamente no. Siamo tra i Paesi in Europa che ha avuto più restrizioni in assoluto con il risultato di essere il terzo Paese al mondo per numero di morti. Paesi senza o con poche restrizioni né multe hanno avuto un numero di morti inferiore e la scusa della popolazione anziana non regge. Basti vedere l'Irlanda e il Giappone, Paesi con alta popolazione anziana eppure con pochi morti. Basta lockdown. È ora che il governo faccia un serio esame di cosa non ha funzionato e inizi a porvi rimedio.
Tel. 347.472XXXX

Sì, misure più restrittive e più controlli alle movide.
Tel. 340.299XXXX

Penso che il governo doveva essere più rigido nel periodo estivo e natalizio.
Riccardo da Roma

Sì, più chiusure oggi per essere più liberi domani.
Tel. 339.344XXXX

Ci voleva soprattutto un’informazione più chiara e tempestiva, come è stato durante la prima ondata.
334.4175XXX

Mi auguro che la gestione delle vaccinazioni scorra senza intoppi e non ricominci il braccio di ferro tra regioni e governo. Il protagonismo di certi politici non può speculare sulla nostra salute.
Carlo Bisio - Per e-mail da Roma

Misure più restrittive e più attenzione da parte di tutti: per battere il coronaviris da qui non si scappa.
348.9576XXX

È vero che le misure più restrittive mettono in pericolo l’economia ma è altrettanto vero se si allenta la stretta a rischio è la salute. Speriamo nel vaccino.
329.6714XXX

Bisognava e, in caso di necessità, bisogna chiudere di più. Naturalmente alla luce di ciò che accadrà con la diffusione delle vaccino.
338.1329XXX

Sono per un maggiore rigore e non capisco chi parla di “dittatura della salute”.
Michele Costi - Per e-mail da Roma

Qualcuno può spiegarmi perché il Veneto da regione-esempio è diventata la più colpita dalla pandemia?
335.8738XXX

Il vaccino ha cominciato a fare da scudo ma ci vorrà tempo prima di raggiungere la famosa “immunità di gregge”. Gli esperti sostengono che dovremo convivere con Covid-19 fino all’inizio dell’autunno. Di conseguenza non bisogna mantenere le misure di sicurezza.
Massimo Giorgi - Per e-mail da Roma

Se la scorsa estate non ci fosse stato il liberi tutti forse la seconda ondata della pandemia si sarebbe potuto controllare meglio. L’insegnamento è chiaro: se si rispettano le regole il coronavirus si può arginare. Poi con il vaccino…
Marino Sisti - Per e-mai da Roma

Mi pare che solo in Italia il confronto tra rigoristi e aperturisti sia andato avanti così a lungo. Ma ci vuole molto per rendersi conto che più occasioni di contatto ci sono e più il virus colpisce?
Riccardo Milani - Per e-mail da Firenze

Credo che solo il vaccino può salvarci. Con gli appelli contro gli assembramenti non si va lontano.
335.5864XXX

Non ricordo chi ha detto che nel nome dell’economia si possono pure sacrificare delle vite. Aberrante.
333.4396XXX

Le misure restrittive vanno adottate a ragion veduta. Non sempre è stato così.
377.7570XXX

A metà dicembre abbiamo superato i 70.000 morti. Sono convinto che con più tempestività e più rigore si sarebbe potuto limitare la catastrofe.
349.5872XXX

Con un governo più deciso e con le idee più chiare l’Italia poteva evitare di finire giù nel burrone.
333.7955XXX

Le misure più restrittive le applicherei a certi politici che meno parlano è meglio è.
333.8841XXX

Se le persone si comportano come si deve non c’è bisogno di piccoli o grandi lockdown.
346.7621XXX

Chiudere le attività è un colpo per l’economia. Ma per il momento non vedo alternative valide. Meno male che è arrivato il vaccino.
338.4718XXX

Si è esagerato perché non c’è stata una linea costante anti-contagio. Nel senso che occorreva far rispettare con più rigore le misure relative al distanziamento e quant’altro. Siccome così non è stato, allora è scattata la corsa alle chiusure. Ma i buoi erano ormai scappati dalla stalla.
Umberto Piccoli - Per e-mail da Roma

Sono per il rigore ma poi chi ne subisce le conseguenze deve essere aiutato subito.
335.6838XXX

Giuste le “zone rosse” a Natale e Capodanno.
393.6515XXX

Mentre si protestava per le limitazioni imposte agli incontri e ai cenoni le ambulanze continuavano a trasportare malati nei reparti Covid. Come sempre c’è chi si rifiuta di guardare.
338.2163XXX

I Paesi che hanno allentato le misure di sicurezza sono stati poi costretti a correre ai ripari di fronte all’impennate delle vittime. Finché il vaccino non riuscirà ad avere la meglio occorrerà mantenere la massima attenzione.
Raffaella Mussi - Per e-mail da Roma

Che fine hanno fatto coloro che in estate parlavano di epidemia sconfitta e di riaprire tutto? Perché i giornali non ne pubblicano l’elenco? Sarebbe istruttivo.
339.8681XXX

Letto 57 volte

Articoli correlati (da tag)