Martedì, 31 Marzo 2020

Buoni spesa per generi alimentari: chi può richiederli e come fare

Sono 400 i milioni di euro messi a disposizione dei Comuni italiani da destinare alla distribuzione di buoni spesa o generi alimentari di prima necessità a chi ne ha bisogno. È uno dei provvedimenti presi per fronteggiare l’emergenza coronavirus. L’ordinanza è stata firmata dal responsabile della Protezione civile, Angelo Borrelli.

Tra le prime dieci grandi città, al Comune di Roma va la somma maggiore pari a 15.081.000 euro, seguono Napoli con 7.625.000, Milano con 7.280.000, Palermo con 5.144.000, Torino con 4.624.000, Genova con 3.052.000, Bologna con 2.063.000, Firenze con 2.000.000, Bari con 1.980.000, Trieste con 1.079.000.

Più risorse alla Lombardia

Su base regionale la quota maggiore va alla Lombardia con 55 milioni di euro, quindi la Campania con 50 milioni, la Sicilia con 43,4 milioni, il Lazio con 36 milioni, la Puglia con 33,1 milioni, il Veneto con 27,4 milioni, l’Emilia Romagna con 24,2 milioni, il Piemonte con 24 milioni, la Toscana con 21,4 milioni, la Calabria con 17,2 milioni, la Sardegna con 12,6 milioni, l’Abruzzo con 9,4 milioni, le Marche con 9, 4 milioni, la Liguria con 8,7 milioni, il Friuli Venezia Giulia con 6,6 milioni, l’Umbria con 5,5 milioni, la Basilicata con 4,5 milioni, la provincia di Trento con 2,9 milioni, la provincia di Bolzano con 2,8 milioni, il Molise con 2,4 milioni, la Valle d’Aosta con 0,68 milioni.

Roma, la suddivisione per Municipi

Per quanto riguarda Roma, la suddivisione per Municipi – stabilita su base demografica – è la seguente: Municipio VII-Appio/Latino 725.000 euro, Municipio VI-Torri 630.000 euro, Municipio V-Prenestino/Centocelle 600.000 euro, Municipio X-Ostia 570.000 euro, Municipio III-Montesacro 500.000euro, Municipio XIV-Monte Mario 470.000 euro, Municipio IX-Eur 450.000 euro, Municipio IV-Tiburtino 430.000 euro, Municipio I-Centro Storico 415.000 euro, Municipio II-Parioli-Nomentano 415.000 euro, Municipio XV-Cassia/Flaminia 380.000 euro, Municipio XII-Monteverde 345.000 euro, Municipio XIII-Aurelia 326.000 euro, Municipio VIII-Garbatella 320.000 euro.

Così la domanda

Le risorse sono destinate alle famiglie che presentano domanda al segretariato sociale territorialmente competente (sia per telefono sia via e-mail) o in seguito a segnalazione ai servizi da parte degli enti del Terzo settore.

Per ottenere il sussidio occorre essere residenti nel territorio (per gli extra Ue ci vuole il regolare permesso di soggiorno), essere in carico ai servizi sociali o sia accertato lo stato di bisogno, oppure trovarsi in una situazione di bisogno a causa dell’applicazione delle norme relative al Covid-19 previa autocertificazione, non essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito come il reddito di cittadinanza.

Lo stanziamento di 400 milioni di euro è una prima misura che serve a fronteggiare le situazioni di più immediata difficoltà. In caso di necessità sono previste proroghe.

Per ulteriori informazioni e scaricare il modulo per fare la domanda clicca qui.

Letto 476 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Aprile 2020 08:11

Articoli correlati (da tag)