Giovedì, 21 Febbraio 2019

Il Sondaggione. L’anno in corso rispetto al 2018: nelle risposte i pessimisti battono gli ottimisti

Queste sono alcune delle risposte inviate dai lettori (e-mail, Sms, WhatsApp e telefono) in merito al Sondaggione: “Lavoro e sviluppo. Il 2019 andrà meglio rispetto al 2018? Hanno votato Sì il 31%; No il 69%. Attualmente, sullo stesso sito (www.lavorofacile.info) è in corso un altro Sondaggione sul tema: “Oggi le scuole italiane riescono preparare i giovani per il lavoro? a) Sì; b) No”. Per rispondere c'è tempo fino al 7 marzo. I risultati con i messaggi più interessanti saranno pubblicati sul numero del 22 marzo.

Questa formula di indagine, che non si basa su un campione scelto ad hoc, vuole soltanto raccogliere le opinioni di chi, comunque, sente il bisogno di partecipare al dibattito sui temi relativi al lavoro proposti dall’attualità.

Assolutamente no. La congiuntura internazionale, unita alle politiche poco inclini agli investimenti da parte del governo porteranno ad un Pil irrisorio o comunque molto al di sotto di quello previsto dall'esecutivo. Elezioni europee, fine mandato di Draghi e del quantitative easing saranno un’ulteriore criticità sistemica.

Tel. 366.5667XXX

Il 2019 migliore del 2018? Beato chi ci crede.

Tel. 347.1268XXX

La mia sensazione è che andrà peggio. Non mi sembra che si stiano studiando politiche in grado di rilanciare economia e occupazione.

Tel. 338.6543XXX

Ormai sono mesi che ogni volta che escono dati sulla nostra economia occorre mettersi le mani nei capelli.

Tel. 349.5926XXX

Aspettiamo che le riforme adottate dal governo in carica diano i frutti sperati. La svolta potrebbe essere vicina.

Tel. 329.2168XXX

Se il 2019 dovesse andare peggio del 2018 ci sarebbe da tremare.

Tel. 335.8348XXX

Lavoro e sviluppo sono strettamente legati: non ci può essere il primo se non c’è il secondo. Penso che alla fine del 2019 il bilancio sarà positivo.

Tel. 338.3528XXX

Sono curioso di vedere se il reddito di cittadinanza farà crescere la fiducia nel Paese. E con la fiducia potrebbero riprendere pure gli investimenti.

Tel. 348.6964XXX

A quel che vedo tutto è fermo. Non sono un patito delle grandi opere ma certo c’è bisogno di una leva per risollevare l’Italia. E, a parte un diluvio di parole, in giro non ci sono nemmeno le piccole opere.

Carlo Mauro - Per e-mail da Roma

Spero che il 2019 possa andare meglio rispetto al 2018.

Tel. 335.4487XXX

Pessimismo dell’intelligenza o ottimismo della volontà? Né l’uno né l’altro. C’è solo un grande caos.

Tel. 335.5462XXX

L’anno è appena cominciato ed è difficile esprimere un giudizio. Però voglio sbilanciarmi: il 2019 sarà migliore rispetto al 2018.

Tel. 329.6324XXX

La domanda del Sondaggione rimette al centro dell’attenzione che cosa bisognerebbe fare per il Paese: più lavoro e più sviluppo. Ma finora i temi sono stati altri (l’immigrazione prima di tutto). Mi piacerebbe che ci si dedicasse ai problemi veri.

Cinzia M. - Per e-mail da Roma

Sarà difficile fare meglio del 2018. Ma al 2019 qualche chance voglio dargliela.

Tel. 339.7318XXX

Le elezioni europee del prossimo maggio potrebbero fare da spartiacque, e non solo in Italia. Siccome siamo più o meno tutti in crisi, sono convinto che dalle difficoltà ne possiamo uscire se riusciamo a rimanere uniti, dentro e fuori i nostri confini. Quindi un’Europa più forte ma diversa potrebbe segnare in positivo il 2019.

Antonio Fuci - Per telefono da Roma

Perché il 2019 dovrebbe andare meglio?

Tel. 366.9328XXX

Siamo messi male ma possiamo risollevarci. Molto dipenderà dalle scelte che verranno fatte nel corso dell’anno. I risultati si potranno vedere solo alla fine del 2019.

Biagio Signorini - Per e-mail da Firenze

Sono ottimista.

Tel. 349.6458XXX

Chi siede nelle stanze dei bottoni deve azzeccare le mosse giuste. In un mondo sempre più difficile e complesso, non sarà semplice.

Tel. 333.6522XXX

Se il reddito di cittadinanza andrà in porto sarà già una buona cosa per cominciare bene il 2019. E chi ben comincia è alla metà dell’opera…

Paolo S. - Per telefono da Latina

Vorrei rispondere sì ma mi pare che non ci siano i presupposti giusti.

Tel. 349.5866XXX

Forza e coraggio. L’Italia potrebbe riuscire ad evitare il baratro.
Tel. 339.6628XXX
Letto 333 volte

Articoli correlati (da tag)