Venerdì, 21 Settembre 2018

Il Sondaggione. Tra decreto dignità e reddito di cittadinanza

Contratti migliori e soldi ai più deboli. Misure ok ma perché non si punta forte sul rilancio del lavoro?

Queste sono alcune delle risposte inviate dai lettori (e-mail, Sms, WhatsApp e telefono) in merito al Sondaggione: “Il decreto dignità può dare una mano ai meno garantiti? a) Sì; b) Non ne conosco i particolari. C’è da dire che molte risposte più che al decreto dignità fanno riferimento al reddito di cittadinanza. Abbiamo comunque deciso di segnarle lo stesso.
Attualmente, sullo stesso sito (www.lavorofacile.info) è in corso un altro Sondaggione sul tema: “Che cosa fare prima: il reddito di cittadinanza oppure la Flat Tax?” a) Reddito di cittadinanza; b) Flat Tax; c) Tutte subito. Per rispondere c'è tempo fino al 4 ottobre. I risultati con i messaggi più interessanti saranno pubblicati sul numero del 19 ottobre.

Questa formula di indagine, che non si basa su un campione scelto ad hoc, vuole soltanto raccogliere le opinioni di chi, comunque, sente il bisogno di partecipare al dibattito sui temi relativi al lavoro proposti dall’attualità.

Sì, può dare una mano perché punta a ridurre il precariato. Ma poi sono sempre le aziende che fanno i contratti…

348.4312XXX

Ridurre i contratti a tempo determinato è una buona cosa. Non si può restare appesi a un filo per tutta vita.

335.6549XXX

Ho provato ad informarmi ma non è facile capirci qualcosa.

320.6815XXX

Con il decreto dignità si dovrebbero incoraggiare i contratti a tempo indeterminato. Vedremo quando entrerà in vigore che cosa accadrà. Io sono scettico.

339.4866XXX

Confermo, ne so poco o nulla.

347.5893XXX

Meno contratti a tempo determinato e più contratti a tempo indeterminato. Si può essere contrari? La realtà del mondo del lavoro è però piuttosto complessa. Per esempio: che cosa succede se si continua a fare contratti a tempo determinato con soggetti diversi per lo stesso tipo di impiego?

Pippo Cresci - Per e-mail da Roma

Bene provare a limitare il precariato.

388.6553XXX

Che il decreto dignità possa risolvere il problema dei contratti a tempo determinato è una pura chimera. Ma è una mossa che va nella giusta direzione.

338.8648XXX

Che cos’è il decreto dignità? Se n’è parlato un po’ poi più nulla. Boh…

392.1322XXX

I contratti sono sempre di più a tempo determinato. Del resto, se non usciamo da una crescita a bassa intensità le aziende i contratti a tempo indeterminato non li fanno. Con o senza decreto.

Marco S. - Per e-mail da Frosinone

Reddito di Cittadinanza

La dignità significa lavoro. Ci si preoccupi di più di creare occupazione vera e non di disperdere soldi a pioggia con il reddito di cittadinanza.

388.6849XXX

Una mano può darla senz’altro. Meglio avere 700 euro in tasca che non averli. Ma il vero problema è quello del lavoro che è sempre difficile da trovare.

Carla Tintori - Per e-mail da Roma

Sono favorevole.

334.6367XXX

A quanto ho capito l’assegno del reddito di cittadinanza sarebbe di circa 700 euro. Può essere un aiuto per chi è in difficoltà. Però mi chiedo: dove si troveranno i soldi visto che come Paese siamo ancora messi piuttosto male?

Carlo Gioia - Per e-mail da Firenze

Ogni tanto arriva qualcuno che promette soldi. A me il reddito di cittadinanza farebbe comodo. Spero solo che non sia propaganda.
392.1535XXX
Ho letto su “Lavoro Facile” l’articolo dedicato al reddito di cittadinanza. Sono d’accordo. Lo Stato deve aiutare chi se la passa male.

335.6851XXX

Credo di essere tra coloro che possono sperare di ricevere il reddito di cittadinanza. Non lavoro da più di due anni e una mano mi farebbe comodo. Però, cari signori del governo, la dignità dell’uomo passa dal lavoro. Datevi da fare.

Anna Maria Belli - Per e-mail da Roma

Sono d’accordo sul reddito di cittadinanza. Spero che il progetto possa andare in porto.

335.6921XXX

Tanti Paesi europei hanno norme di sostegno al reddito e di aiuto a chi ha perso il lavoro. Finalmente l’Italia si è svegliata.

348.8755XXX

Va bene ma non capisco come, nel frattempo, possano saltare furi nuovi posti di lavoro. Questo è il punto dolente, con una disoccupazione giovanile tra le più alte in Europa.

335.7838XXX

Ho letto che il reddito di cittadinanza costerebbe tra i 15 e i 30 miliardi di euro. Io metterei queste risorse per creare posti di lavoro.

348.2546XXX

Sono d’accordo con il reddito di cittadinanza. Ma la domanda mi sembra mal posta: come si potrebbe dire di no ad un provvedimento che corre in aiuto di quei tanti che non riescono a combinare il pranzo con la cena?
Stefania Roberti - Per e-mail da Roma
Letto 482 volte Ultima modifica il Venerdì, 21 Settembre 2018 13:39

Articoli correlati (da tag)