Giovedì, 16 Novembre 2017

L'EDITORIALE. BUONE NOTIZIE DA INPS, GDO, TURISMO E VIGILANZA

I 1.080 ANALISTI di processo e funzionari che l’Inps si appresta ad assumere confermano che la pubblica amministrazione ha cominciato a mettere mano al programma che prevede l’ingresso nella macchina dello Stato di forze fresche in grado di garantire, con il ricambio generazionale, la progressiva modernizzazione tecnologica degli enti e dei ministeri. Lavoro Facile ne ha parlato più volte nei numeri scorsi, e adesso si attendono notizie analoghe dai ministeri dei Beni culturali e dell’Economia e dall’Agenzia delle entrate.

La pubblica amministrazione è un po’ come il settore dei lavori pubblici: se da una parte si fanno nuovi contratti e dall’altra si ricomincia con gli interventi infrastrutturali (strade, scuole, ferrovie, ponti, metropolitane…) l’economia se ne gioverebbe, e anche chi è alla ricerca di un impiego troverebbe la giusta soluzione.

TUTTO È LEGATO – com’è ovvio – alle risorse disponibili. Per le assunzioni nella PA si sono trovate le coperture necessarie ma sull’altro versante la situazione è più ingarbugliata. Del resto, la Legge di Bilancio non così espansiva come pure servirebbe e i controlli dell’Unione europea non consentono di giocare con i bilanci.

Insomma, con il debito che non accenna a diminuire non ci è consentito di fare operazioni in deficit. Di conseguenza occorre procedere a piccoli passi nella speranza che la pazienza di chi siede in panchina in attesa di entrare nel mondo della produzione non si esaurisca e finisca con l’alimentare i sentimenti di frustrazione e di rabbia già tanto diffusi nel Paese.

OLTRE ALL’INPS, le possibilità di lavoro segnalate nelle pagine che seguono riguardano la grande distribuzione (Rinascente, Ovs e Upim), l’alberghiero e un comparto di cui poco si dice ma che è in forte espansione: quello della sicurezza/vigilanza.

Complessivamente si tratta di un buon numero di posti per diversi livelli professionali: chi ha già una solida esperienza alle spalle può puntare direttamente su contratti a tempo indeterminato; per chi, invece, è al primo impiego il rapporto è spesso a tempo determinato o di apprendistato. Molti i tirocini con rimborso spese tra i 500 e gli 800 euro mensili. La durata è in genere di 6 mesi.

L’ALBERGHIERO è legato a doppio filo al turismo. Più visitatori arrivano e più le stanze si riempiono. Il 2017 si chiuderà con un risultato lusinghiero: con 159 milioni di pernottamenti registrati nei soli primi sei mesi dell’anno e con questa tendenza positiva che – è stato calcolato – continuerà fino al 31 dicembre, l’Italia potrebbe registrare la più alta crescita percentuale in Europa.

Non male, anche perché contemporaneamente si sono valorizzati, accanto alle mete classiche, i borghi e i piccoli centri storici di cui siamo ricchi ma che finora erano rimasti ai margini. Qui la sfida è quella del turismo sostenibile: cioè non solo divertimento ma più cultura. Anche alla luce della circostanza che, tra quanti hanno visitato il nostro Paese, i giudizi positivi hanno premiato Matera (87%) e Lucca (83%). Più indietro Roma (78%) e Venezia (77%) segno che il traffico, il caos, la disorganizzazione e i prezzi a ruota libera (il conto di 526 euro pagato da tre turisti provenienti dalla Gran Bretagna per un pranzo di pesce in un ristorante sulla laguna) non aiutano. Se il turismo è il nostro petrolio facciamo in modo di non buttarlo dalla finestra.

Per leggere la versione pubblicata sul n. 21/2017 della rivista online LAVORO FACILE clicca qui.
Letto 610 volte Ultima modifica il Giovedì, 16 Novembre 2017 14:52

Articoli correlati (da tag)