Lunedì, 22 Novembre 2021

Operatori Ama, presto i nuovi bandi. Ne servirebbero almeno 300-500

Uno dei problemi che il nuovo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, si è trovato subito sulla scrivania è quello dello smaltimento dei rifiuti: così ha avviato un piano straordinario per ripulire la Capitale entro Natale e ha messo le redini di AMA, l’azienda che si occupa dei servizi di igiene urbana, nelle mani dell’ex ministro Angelo Piazza.
Accanto ai provvedimenti di emergenza, c’è da studiare un piano in grado di sciogliere una volta per tutte i nodi che si sono aggrovigliati intorno alla questione. Che non sono da poco perché si tratta di sistemare gli impianti per il trattamento e lo smaltimento, riorganizzare il ciclo operativo, modernizzare le strutture. E, ultimo ma non ultimo, adeguare gli organici.
Per questo si è ricominciato a parlare di assunzioni dopo i 125 operatori ecologici, i 100 operai generici e i 40 operai addetti alle officine le cui selezioni si sono concluse circa un anno fa e per le quali sono arrivate circa 40.000 domande.
Secondo un calcolo effettuato dai sindacati, guardando ai prossimi 5 anni, ci sarà bisogno di 1.000 nuovi inserimenti (300-500 da fare nel più breve tempo possibile).
Le figure che più mancano sono sempre gli operatori ecologici, gli operai generici, gli addetti alle officine e in più gli autisti e un po’ di amministrativi per fronteggiare il turn over. E poi c’è anche da adeguare il parco mezzi e sostituire centinaia di cassonetti.
Fonti bene infornate sostengono che all’inizio del prossimo anno, cioè tra una manciata di settimane, usciranno i bandi di selezione.
Per gli operatori ecologici e gli operai generici i requisiti sono: diploma di scuola secondaria di primo grado (ex licenza media) e idoneità fisica all’impiego.
Chi è interessato deve tenere d’occhio il sito: https://www.amaroma.it/lavora-con-noi dove l’azienda pubblica le ricerche di personale.

Letto 234 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Novembre 2021 07:55

Articoli correlati (da tag)