Martedì, 15 Settembre 2020

Ai Centri per l’impiego arrivano i rinforzi: 11.600 operatori entro il 2021

Dare nuova vita ai Centri per l'impiego per renderli finalmente in grado di garantire reali opportunità ai disoccupati come accade un po’ in tutta Europa. È questo l’obiettivo del governo che, in collaborazione con le regioni, ha deciso di procedere, entro il 2021, all’assunzione di 11.600 operatori per rafforzare l’organico dei Cpi.
Per alcune figure professionali l’iter concorsuale era già cominciato ma poi tutto si è fermato a causa del lockdown. Adesso la macchina si è rimessa in moto ed è ricominciata pure la pubblicazione dei bandi.
L’operazione si concluderà entro il 2021: 4.000 assunzioni si riferiscono al 2019, 3.000 riguarderanno il 2020 e 4.600 l’anno prossimo. Saranno anche adottate innovazioni capaci di mettere i Cpi al passo con i tempi, sia sul piano infrastrutturale sia su quello strumentale.
A tal fine verrà sviluppato un sistema informativo unitario del lavoro e si punterà parecchio sulla formazione di tutti gli operatori.
Queste le figure che servono. Sono quelle tipiche dei Centri per l'impiego. E quindi: informatici, esperti di mercato e servizi per il lavoro, statistici, addetti alle comunicazioni e alle pubbliche relazioni, assistenti in politiche del lavoro, funzionari, istruttori amministrativi, service designer, esperti in valutazione delle performance, e così via.
Nuovi bandi sono attesi nei prossimi mesi, al più tardi all’inizio del 2021. Le modalità di partecipazione usciranno nelle sezioni "Bandi e Avvisi" dei siti internet della regione di interesse (per il Lazio http://www.regione.lazio.it/).

Letto 375 volte Ultima modifica il Martedì, 15 Settembre 2020 07:46

Articoli correlati (da tag)