Giovedì, 26 Marzo 2020

Coranavirus. C’è il quarto modulo di autocertificazione “per combattere i furbi”

Il quarto modulo per l’autocertificazione si può scaricare dal sito del ministero dell’Interno. Nell’aggiornamento, reso necessario alla luce del decreto legge del 25 marzo, adesso si deve anche dichiarare di non essere sottoposti alla misura di quarantena né essere risultati positivi al coronavirus.
Il nuovo testo specifica, inoltre, quando si configura il “caso di necessità”: cioè gli “spostamenti all’interno del Comune o che rivestono carattere di quotidianità, o che siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere”. In più occorre dichiarare di essere a conoscenza delle “ulteriori limitazioni” disposti dai presidenti delle Regioni. In caso si trasferimento da una regione all’altra bisogna indicare sia quella di partenza sia quella di arrivo.
Nell’annunciare il nuovo modulo, il capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha detto: “Ci sono le straordinarie persone che combattono negli ospedali. Poi c’è un’altra battaglia che vede impegnati i nostri uomini, quella di spezzare la catena del contagio perseguendo i furbi, chi con comportamenti sbagliati, introduce un vulnus al sistema che può vanificare gli sforzi che si stanno facendo”.
Gabrielli h anche precisato che finora su 2 milioni e mezzo di cittadini controllati ci sono stati 110.000 denunciati.
Per scaricare il nuovo modulo clicca qui.

Letto 626 volte Ultima modifica il Martedì, 31 Marzo 2020 08:58

Articoli correlati (da tag)