Giovedì, 18 Luglio 2019

Da oggi navigator in campo. I Centri impiego aspettano altri 4.000 rinforzi

I poco meno di 3.000 navigator, cioè quelle figure che “svolgeranno attività di affiancamento e assistenza tecnica ai Centri per l’impiego finalizzate al raccordo con le strutture di istruzione e formazione” nell’ambito del programma legato al reddito di cittadinanza, sono entrati in servizio da questa mattina. Almeno nelle 16 Regioni che hanno sottoscritto la convenzione bilaterale con Anpal, la società che li ha selezionati: e cioè Lazio, Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche. Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana. Umbria, Valle d’Aosta e Veneto.
Prima di diventare pienamente operativi i navigator seguiranno un corso di formazione on the job, che si concluderà entro agosto, per acquisire le competenze necessarie. Lo stipendio lordo è di circa 30.000 euro. Al Lazio ne sono stati destinati 273. Il contratto è a tempo determinato.
Ma, come scritto nelle settimane scorse da “Lavoro Facile”, l’attenzione è adesso rivolta all’ulteriore rafforzamento dei Centri per l’impiego con l’arrivo di 4.000 addetti tra amministrativi, esperti del lavoro e della formazione, tecnici informatici.
Tutto si sarebbe dovuto svolgere tra aprile e maggio con una spesa prevista di 120 milioni di euro per il 2019 e 160 per il 2020. Poi il termine è stato spostato in avanti e ora si parla di agosto/settembre. Il Lazio – ha detto l’assessore regionale al lavoro, Claudio Di Berardino – ne assumerà 350. Il contratto è a tempo indeterminato.
Per la pubblicazione dei bandi i siti da tenere d’occhio sono: www.regione.lazio.it e www.gazzettaufficiale.it, sezione Concorsi ed Esami.
Letto 433 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Luglio 2019 12:33

Articoli correlati (da tag)