Lunedì, 08 Luglio 2024

350 vigili del fuoco. Diploma, età tra i 26 e i 37 anni. Domande entro il 20 luglio

Quello dei Vigili del Fuoco è un Corpo costantemente sotto pressione: d’inverno per le alluvioni, i crolli e gli smottamenti, d’estate soprattutto per gli incendi. A dare una mano sono spesso i volontari ma non c’è dubbio che l’organico ha bisogno di rinforzi.
Proprio per questo il ministero dell’Interno ha appena promosso un concorso per assumere 350 vigili. Per l’invio della domanda c’è tempo fino al prossimo 20 luglio.
Il 43% dei posti è riservato ai volontari in ferma prefissata delle Forze armate e il 35% ala personale volontario dei Vv.Ff che sia iscritto negli appositi elenchi da almeno 3 anni e abbia effettuato non meno di 120 giorni di servizio.
Per il restante 22% dei posti può farsi avanti chi è in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado e sia in regola con le caratteristiche richieste per entrare nella pubblica amministrazione. In più è necessario avere i requisiti fisici e attitudinali per svolgere le mansioni previste dal ruolo. L’età non deve essere superiore ai 26 anni e di 37 anni per i volontari.

LA DOMANDA VA INVIATA esclusivamente per via telematica attraverso l’applicazione disponibile all’indirizzo: https://concorsionline.vigilidelfuoco.it. Vi si può accedere con gli strumenti di autenticazione come il Sistema pubblico di identità digitale (Spid) o la carta d’identità elettronica (Cia).

LE PROVE D’ESAME sono subordinare allo svolgimento, con procedura automatizzata, di una prova preselettiva consistente nella risoluzione di quesiti a risposta multipla su: storia d’Italia dal 1861 a oggi, elementi di chimica e fisica, elementi logico-deduttivi e analitici volti ad accertare le capacità intellettive e di ragionamento, conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, conoscenza dell’inglese.

INVECE I TEST veri e propri sono costituiti da 3 prove motorio-attitudinali dirette a verificare il possesso dell’efficienza fisica e la predisposizione all’esercizio delle funzioni dei vigili del fuoco, anche con riferimento all’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi. Il tutto per accertare la capacità di forza, resistenza, equilibrio e coordinazione dei candidati.

Letto 405 volte Ultima modifica il Lunedì, 08 Luglio 2024 11:55

Articoli correlati (da tag)